a
Ricerca personalizzata

martedì 3 novembre 2009

Inter, Mourinho convoca tutti per la sfida di Kiev

Josè Mourinho, per la trasferta di Kiev (partenza ore 18 da Malpensa) ha convocato anche i giocatori non al top della condizione. E così sull'aereo diretto in Ucraina saliranno anche Motta e Muntari, infortunatisi a Livorno, oltre a Sneijder, out dal match contro il Catania di 10 giorni fa. Recuperati pure Balotelli e Toldo che avevano la febbre. A Milano sono rimasti solo Arnautovic, fuori dalla lista Uefa, e il Primavera Obi. 25 i nerazzurri che voleranno a Kiev.

SINDACO KIEV, SI GIOCHI A PORTE CHIUSE - Alla luce dell'emergenza sanitaria in Ucraina legata all'epidemia di influenza A, il sindaco di Kiev, Leonid Cernovietski, ha proposto di far giocare senza pubblico la partita di Champions League fra Dinamo e Inter in programma mercoledì nella capitale ucraina. Ne da notizia l'Ansa. «Che si metta a punto un appello alla popolazione per fare in modo che allo stadio non vengano tifosi», ha detto il sindaco in una riunione straordinaria della speciale commissione istituita per fronteggiare l'emergenza sanitaria. In Ucraina 67 persone sono morte finora per malattie legate a infezioni delle vie respiratorie, e 22 di esse erano state contagiate dal virus H1N1 della influenza A. Migliaia sono i ricoverati in ospedale, e nei giorni scorsi le autorità hanno disposto il divieto di raduni e assembramenti per minimizzare i rischi di contagio. Secondo il sindaco di Kiev, i tifosi potrebbero vedere tranquillamente la partita in televisione, in modo da rispettare il divieto di assembramento, e contribuire in tal modo a non appesantire ulteriormente la situazione sanitaria. Secondo fonti della Dinamo Kiev, a tutt'oggi è stato venduto il 90% dei biglietti disponibili per la partita con l'Inter.

Fonte: www.corrieredellosport.it

1 commento:

Andriy Podolskyy ha detto...

Si ripete lo scenario della isteria dell'influenza messicana... anche li si giocava a porte chiuse. Cosi certe case farmaceutiche possono guadagnare i miliardi